Oim: dopo la Spagna anche la Grecia supera l’Italia per numero arrivi migranti

SICILIAN STRAIT, MEDITERRANEAN SEA - MAY 25: Migrants stands in a boat as Bettica and Bergamini ships of Italian Navy rescue migrants from an overcrowded boat which was about to capsize at Sicilian Strait, between Libya and Italy, in Mediterranean sea on May 25, 2016. The Italian Navy saved around 500 migrants as they found dead bodies of seven migrants in the sea during the operations. (Photo by Italian Navy / Marina Militare/Anadolu Agency/Getty Images)
Please follow and like us:

Dopo la Spagna, anche la Grecia supera l’Italia per numero di migranti arrivati via mare. Sono dati dell’Oim, l’agenzia Onu per le migrazioni. Su un totale di 74.501 arrivi nel Mediterraneo, da inizio anno al 12 settembre, 32.272 sono stati in Spagna, principale destinazione con oltre il 43% degli arrivi. Segue la Grecia che con 20.961 “ha recentemente superato l’Italia. È la prima volta dalla primavera del 2016”. Gli arrivi in Italia (20.343) sono i più bassi dal 2014. Con gli arrivi via terra, il totale stimato per la Grecia dall’inizio dell’anno è di 32.596.

1.586 decessi nel Mediterraneo dall’inizio del 2018

Quasi 1.600 migranti e rifugiati hanno perso la vita nel Mediterraneo dall’inizio di quest’anno: stando ai dati resi noti oggi a Ginevra dall’Oim, l’agenzia delle Nazioni Unite per le migrazioni, dal primo gennaio 1.586 uomini, donne e bambini sono morti mentre tentavano di giungere in Europa via mare.

Dal primo gennaio al 12 settembre gli arrivi di migranti e rifugiati in Europa via mare sono stati 74.501 contro i 128.995 dello stesso periodo dell’anno scorso, quando si registrarono 2.565 decessi.

Finora quest’anno il più alto numero di decessi è avvenuto sulla rotta del Mediterraneo centrale (1.130) tra il nord Africa e l’Italia, e Malta. altri 350 decessi sono stati registrati nel mediterraneo occidentale (verso la Spagna) e 106 in quello orientale (Grecia).

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*